alla Petizione.pdf

La petizione che è a disposizione in formato PDF (pronta per essere stampata, sottoscritta, inviata alle Camere) è intitolata

“SEPARAZIONE DEI POTERI LEGISLATIVO ED ESECUTIVO”

ovvero:

IL PARLAMENTO SI RIAPPROPRII DEL POTERE CHE AD ESSO SPETTA”

L'accoglimento di questa Petizione farebbe recuperare alla nostra Repubblica un gap culturale di oltre 2300 anni.

Già oltre 2300 anni or sono, infatti, Aristotele ha prospettato l'opportunità della separazione dei poteri considerati nelle diverse forme di governo; opportunità ribadita molto più recentemente (1748) e dettagliatamente da Montesquieu che l'ha elevata al grado di evidente necessità.

Oggi pare che tutto questo resti inascoltato ed inattuato, almeno per quel che riguarda i poteri legislativo ed esecutivo, con tutte le conseguenze che la frammistione che si è creata tra questi due ordini del potere centrale della Repubblica e che, favorendo la coagulazione della 'casta',  ha fatto nascere l'INFAME ed ABUSATO vocabolo "GOVERNABILITA'".

Realizzando fin dalla fase elettorale la separazione dei poteri esecutivo (Governo) e legislativo (Parlamento), la riforma che suggerita scioglierebbe il nodo gordiano Parlamento-fiducia-Governo, esorcizzando il demone della potenziale ingovernabilità insito nel meccanismo previsto dall'articolo 94 della Costituzione e disarmando il RICATTO messo in essere da troppi governi, imperniato sulla minaccia più o meno esplicita di 'mandare a casa tutti'.

La stabilità di Governo sarebbe Costituzionalmente assicurata e sarebbe così resa ineludibile anche la liberalizzazione della politica, unico settore della nostra vita in cui essa non è mai stata nemmeno menzionata.

Attuando questa SEPARAZIONE', sarebbe infatti possibile applicare correttamente quanto inutilmente proclamato dal secondo comma dell'articolo 3 della Costituzione in tema di rimozione degli ostacoli che si frappongono alla partecipazione dei cittadini in condizioni di eguaglianza a tutti i livelli della vita politica: non ci sarebbe più alcun movente per giustificare né la presenza di 'PREMI DI MAGGIORANZA, né quella di SBARRAMENTI. Le maggioranze parlamentari si comporrebbero liberamente sui diversi argomenti, dando così valore a quel "senza vincolo di mandato" oggi posto a rischio dalla pretesa della famigerata disciplina di partito, giustificata proprio dalla gestione del legame Parlamento-fiducia-Governo.

Esistono Paesi in cui questa separazione è in qualche modo assicurata? 

Sì, almeno due Paesi che tutti conosciamo bene ci sono: Svizzera e Stati Uniti d'America. In Svizzera il concetto di sfiducia al Consiglio Federale non esiste.

Negli Stati Uniti, il Presidente (e quindi il Governo) viene scelto separatamente dalle Assemblee del Congresso e del Senato e le rispettive Istituzioni vivono di vita propria, ognuna ricoprendo liberamente il proprio ruolo..

Per contro, la sussistenza del legame Parlamento-fiducia-Governo continua a dare risultati SQUALLIDI in tutto il mondo.

Due esempi:

1° - pochissimi anni fa, il Belgio è rimasto senza Governo-fiduciato per 21 mesi ...

2° - la Spagna è da nove mesi senza Governo fiduciato, nonostante nel frattempo si siano tenute due elezioni.politiche

Nella petizione che viene proposta viene suggerito anche un intervento sul metodo di formazione delle leggi (art. 72 della Costituzione). Tale intervento sarebbe di estrema ed utile importanza in quanto correttamente finalizzato ad alleggerire il procedimento di formazione delle leggi, reso più gravoso dalla cancellazione di leggi-delega, di Decreti Delegati e di Decreti Legge.