PERCHE'  INTITOLARLA  A   GUGLIELMO TELL

Perché l'episodio leggendario di cui si dice sia stato protagonista fu un gesto coraggioso di ribellione contro il superbo BULLISMO ISTITUZIONALE ('renzismo') di un occupante oppressore.

Perché, pur essendo diventato famoso proprio per quel suo gesto, non occupò né chiese per sé posti di potere o prestigio.

Perché, sempre secondo la leggenda, il nostro eroe perse la vita annegando in un torrente in cui si era lanciato per salvare un bambino. 
Mise dunque a rischio e perse la vita in un esemplare slancio  DI GENEROSITA' E SPIRITO DI SERVIZIO.

E proprio di questo abbiamo bisogno: che la politica diventi esemplare e coerente determinazione a SERVIRE nel modo migliore i cittadini, la comunità (specialmente nei suoi membri più deboli!).

Non è spirito giusto quello del renzismo che punta a "vincere" (ed a sapere della vittoria la sera delle elezioni!) e ad "asfaltare" gli avversari (che sono, per l'appunto 'avversari' o 'nemici' e non, semplicemente, persone che la pensano in modo diverso!).