Norme comuni

Si tratta di semplici regole che richiamano la necessità della fedeltà alle Istituzioni da parte di tutti coloro che operino nelle sue strutture e la necessità di definire tempi e modi di fissazione dei regolamenti interni di funzionamento di tutte le assemblee elettive, stabilendo limiti temporali alla adozione di regolamenti. Tutto ciò al fine di limitare eventuali voglie dilatorie degli eletti.'

NORME  COMUNI

Punto 65

Noi imponiamo che, prima di insediarsi, tutti coloro che siano chiamati a ricoprire cariche pubbliche promettano solennemente di agire nell'interesse dei cittadini e di rispettare il Patto Costituente della Federazione.

Punto 66

All'atto del suo insediamento, dopo aver eletto i propri organi di presidenza, ogni Assemblea elettiva può modificare il proprio regolamento interno, a maggioranza o dei due terzi dei suoi componenti o, nel caso di Assemblea di eletti direttamente da noi cittadini, dei due terzi dei voti equivalenti.

Il regolamento eventualmente vigente rimane in vigore sia nel caso che così decida l'Assemblea sia nel caso in cui l'Assemblea non riesca a definire un nuovo regolamento entro trenta giorni dal suo insediamento.

A metà della legislatura, il regolamento vigente può essere modificato, sempre con la maggioranza indicata nel primo comma di questo Punto.