IMMUNITA'

alla Petizione formato PDF  (click qui)

Per un atto di rispetto verso gli elettori, chiunque sia eletto direttamente dagli elettori stessi ed anche chi sia già regolarmente in corsa per essere eletto per cariche di livello nazionale non deve poter essere ristretto nei suoi movimenti.

Per il resto, non c'è ragione per cui la magistratura debba rallentare o fermare la propria attività di indagine e di preparazione di rinvii a giudizio o di celebrazione del relativo processo.

Per questo,

sia i Parlamentari che i candidati in corsa per il Parlamento,

sia i membri del Governo (se eletto direttamente dal popolo) o i componenti della squadra candidata

non debbono poter essere arrestati se non nei casi di arresto obbligatorio e quando non esista un documento che autorizzi l'arresto e sottoscritto dalla maggioranza dei presentatori della candidatura.

Deve essere però chiaro che non deve MAI essere richiesta alcuna autorizzazione a procedere per sottoporre chiunque a procedimento giudiziario, perquisizioni e quant'altro necessario all'espletamento dell’indagine.

Per la partecipazione alle udienze di un eventuale procedimento a suo carico e SOLO NEI GIORNI IN CUI SI ABBIA UDIENZA, il Parlamentare (o membro del Governo) rinviato a giudizio può conferire GIORNO PER GIORNO Delega speciale ad altro Parlamentare / membro del Governo che lo sostituisca nell'Istituzione interessata.

Se condannati con sentenza definitiva ad un periodo di detenzione,

i Parlamentari ed i membri del Governo non potranno essere ricandidati o rinominati e dovranno scontare tale pena detentiva al termine del mandato in corso;

tutti gli altri politici vengono incarcerati, decadono dalla carica eventualmente ricoperta e vengono immediatamente sostituiti.