Finanziamenti illeciti e corruzione

Tutti gli interventi che possano incidere in modo scorretto sull’attività di chi operi in ambito pubblico costituiscono una violazione della democrazia: il dare denaro ad un “pubblico ufficiale” perché conceda favori è una istigazione ad anteporre considerazioni improprie al fondamentale principio della sovranità dei cittadini.

Per questo riteniamo debba essere affermato il principio che chi intervenga con dazioni di denaro o altre regalie sull’attività di persone che forniscono un pubblico servizio meriti di essere perseguito per avere attentato all’essenza della democrazia.

FINANZIAMENTI ILLECITI  E  CORRUZIONE

Punto 52

L’offerta di finanziamento indebito e di corruzione a chi ricopra un pubblico ufficio o detenga cariche elettive singole o collettive è da considerare a tutti gli effetti come attentato alla sovranità di noi cittadini, al Patto Costituente ed alla Federazione.