Diritti e Doveri basilari

In questa parte esponiamo gli impegni che pensiamo debba assumersi l'istituzione statale proposta, e quello che dovrebbe essere il suo porsi riguardo ai cittadini.

I principi fondamentali della Costituzione vigente sono tutti rigorosamente ripresi. Alcuni di essi vengono rielaborati ed estesi. Sono introdotti anche altri principi che riteniamo degni di avere la rilevanza di statuizioni costituzionali.

Disposizioni  Generali

Per quanto concerne le 'Disposizioni Generali', ritengo che sia degna di nota la determinazione (Punto 10) di imporre sobrietà nell'amministrazione della Giustizia, con la sostituzione della spettacolarità delle udienze con la meditata gestione a mezzo di memorie di accusa e difesa.

DIRITTI E DOVERI BASILARI

Punto 3

Noi cittadini impegniamo il Servizio Federale

- a garantire l'esercizio dei diritti fondamentali dell'uomo, così come tradotti in questa PARTE PRIMA del Patto;

- a pretendere da tutti noi l'adempimento dei doveri di attiva solidarietà morale, economica, sociale e politica, fondati sull’adesione ai concetti espressi nel PREAMBOLO, assunti a fondamento etico della Federazione stessa.

Punto 4

Noi, cittadini rivendichiamo e riconosciamo il diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza sia per noi stessi sia per le persone che operino sul territorio della Federazione.

Il diritto alla vita lo riconosciamo come assoluto e non soggetto ad alcuna restrizione.

L'esercizio del diritto alla libertà è limitato dal rispetto dei diritti altrui e moderato dall'osservanza delle norme che regolano la vita civile.

Punto 5

Noi cittadini stabiliamo che nella Federazione ogni individuo sia titolare del diritto inviolabile alla libertà di opinione e di espressione.

In esso consideriamo inclusi sia il diritto di non essere molestato per la propria opinione sia quello di cercare, ricevere e diffondere con ogni mezzo non violento idee ed informazioni che non riguardino la vita privata di altri individui.

Punto 6

Noi cittadini ci riconosciamo reciprocamente il diritto di professare liberamente la nostra personale fede religiosa, di farne propaganda e di esercitarne il culto, purché i relativi riti non siano contrari alle leggi vigenti.

Nella Federazione, che in sé è aconfessionale, tutte le confessioni religiose debbono essere egualmente libere e godere del diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, stilati nel rispetto delle norme contenute nell'ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con il Servizio Federale sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze. In mancanza di tali intese, il carattere ecclesiastico o il fine di religione o di culto di una associazione o istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative o gravami fiscali né essere motivo di immunità o sgravi di qualunque natura.

Punto 7

Noi cittadini ci riconosciamo reciprocamente la libertà di riunione e quella di costituzione o adesione a qualunque associazione pacifica. Il Servizio Federale deve assicurare l’esercizio di tale diritto.

Noi cittadini non ammettiamo la sussistenza sul territorio della Federazione di associazioni segrete o l'adesione segreta ad una qualunque associazione: lo statuto e l’elenco completo degli iscritti ad una qualsiasi associazione devono essere a disposizione di chiunque desideri consultarli.

Punto 8

Pur riconoscendo a tutti il diritto a scegliere liberamente il proprio costume sessuale, noi cittadini individuiamo nella famiglia monogama e basata sulla coppia eterosessuale il nucleo naturale fondamentale della società, ed impegniamo il Servizio Federale a riservare ad essa una attenzione particolare in quanto privilegiato ambiente di crescita delle future generazioni..

Il matrimonio può essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi e deve essere contratto solo nella piena consapevolezza degli obblighi morali che esso fa sorgere o può far sorgere.

Entrambi i coniugi hanno eguali dignità e diritti riguardo alle leggi che regolano l'istituto familiare.

Punto 9

Riconoscendoci reciprocamente pari dignità sociale e stabilendo la nostra eguaglianza davanti alle Istituzioni, noi cittadini affidiamo al Servizio Federale il compito

- di tutelare tutte le minoranze,

- di prestare particolare cura alla difesa delle persone più deboli o in difficoltà;

- di rimuovere gli ostacoli di qualunque natura che impediscano il pieno sviluppo della persona umana e la partecipazione attiva di ognuno di noi cittadini alla vita politica, economica e sociale del Paese, nonché alla gestione della cosa pubblica a qualunque livello.

In forza di quest’ultimo comma, ogni statuizione legislativa, normativa e regolamentare riferita a persone ed eventualmente espressa al maschile deve intendersi come riferita a cittadini di entrambi i sessi. 

DISPOSIZIONI  GENERALI

Punto 10

Noi cittadini impegniamo il Servizio Federale

- a favorire la diffusione della conoscenza delle norme che regolano la convivenza civile, assicurando semplicità ed univocità delle disposizioni aventi forza di legge, specie di quelle relative all'ordinamento fiscale.

- a dotarsi di strutture e codici di procedura che garantiscano ai cittadini una corretta, rapida, sicura e sobria amministrazione della Giustizia, basata sul deposito di memorie scritte delle parti in causa, sia nei processi civili che in quelli penali.

Punto 11

Noi cittadini incarichiamo il Servizio Federale, i Settori e gli Enti anche autonomi che lo compongono:

- di promuovere lo sviluppo della cultura,

- di favorire il manifestarsi di espressioni artistiche,

- di sostenere l'oculata ricerca scientifica e tecnica,

- di tutelare l'ambiente ed il territorio;

- di proteggere e valorizzare il patrimonio storico, artistico ed architettonico del Paese.