DIFENSORI CIVICI

Punto 88

In tutti i Comuni opera un Collegio di Difensori Civici, composto da non meno di due Membri.

Ogni Difensore Civico, anche su richiesta di singoli cittadini, è incaricato di verificare la correttezza e la tempestività dell’attività delle Amministrazioni Comunale e Distrettuale di competenza e delle organizzazioni o uffici da esse costituiti o dipendenti nei rapporti coi cittadini stessi, sanzionandone in prima istanza gli eventuali abusi non immediatamente corretti definendo l’indennizzo dovuto al cittadino ricorrente. Tale indennizzo dovrà assumere la forma di sconti o esenzioni d’imposta.

Ogni singolo Difensore Civico

- con estrazione a sorte, può essere chiamato a comporre la giuria di primo o di secondo grado nei procedimenti penali di cui al Punto 78

- può sospendere l'esecutività di sentenze del Tribunale Civile fino alla pronuncia della sentenza di Secondo Grado.

Il Collegio dei Difensori Civici operanti nell'ambito territoriale del Distretto Giudiziario di competenza può proporre al Consiglio Superiore della Magistratura

- l’invio di ispettori presso gli Uffici Giudiziari del Distretto,

- l’avvio di procedimenti disciplinari o della procedura di trasferimento per incompatibilità ambientale nei confronti dei Magistrati operanti nello stesso ambito;

- l'avvio di Procedimento penale nei confronti dei membri della Procura, così come previsto al Punto 78, anche a seguito di esposto da parte della difesa di imputati assolti in procedimenti penali incautamente avviati.

Per i procedimenti giudiziari che vedano un Difensore Civico come parte comunque in causa, questi è equiparato ai componenti della Magistratura.