AFFERMAZIONE DELLA SOVRANITÀ NAZIONALE SUGLI ASSET PRODUTTIVI

Alla Petizione in formato PDF  (click qui)

Inviamo questa Petizione al nostro Parlamento per invitare questa nostra Istituzione a legiferare per porre un freno alle delocalizzazioni selvagge che stanno depauperando il nostro Paese, in barba alle maestranze italiane ed alle loro famiglie.

Il fenomeno è nato e si sviluppa secondo due modalità

1.

ci sono diversi potentati economici o politici (Stati) che hanno operato la scelta strategica di infiltrarsi nelle realtà economiche di Paesi diversi dal loro acquisendo aziende in possesso di pregiato know-how, per acquisire quelle conoscenze e per poi chiudere le aziende oggetto dell'acquisizione.

2.

ci sono aziende con profonde radici nel nostro Paese che si lasciano ingolosire dalla possibilità di accedere a mercati del lavoro che presentano un'offerta nettamente più debole e molto meno costosa.

Sia in un caso sia nell'altro, le aziende coinvolte smontano i loro impianti e chiudono qui da noi, abbandonando a se stesse le maestranze che avevano contribuito alla floridezza dei loro datori di lavoro.

Questo comportamento deve essere ostacolato e reso illegale anche da accordi a livello internazionale, per quel che riguarda l'asportazione degli asset industriali.

Sia chiaro: nessuna obiezione a ché una proprietà 'straniera' gestisca in un qualunque Paese una qualsiasi legale attività economica, esportandone la rendita (dopo aver pagato management, quadri, maestranze e imposte) né che possa venderla a chicchessia ma non è accettabile che interi sistemi produttivi siano sottratti alla comunità entro cui sono stati organizzati. Non è accettabile che attrezzature ed impianti di una qualsiasi azienda siano semplicemente fermati, smontati e trasferiti.

Un simile gesto, un simile comportamento, che sottrae ad una comunità nazionale la SOVRANITÀ su mezzi necessari alla pacifica sopravvivenza della comunità stessa, deve essere considerato come un ATTO DI GUERRA DI AGGRESSIONE nei confronti della nazione che si trovi a subirlo e come tale deve poter essere ostacolato, perseguito e, possibilmente, punito.